Massime dei Padri.

Massime dei Padri.

Trattato dei Padri nel periodo del corona

C’è una splendida usanza che inizia questo shabbat, dallo shabbat che viene dopo Pesach fino all’inizio dell’estate: studiare le “Massime dei Padri”. È un testo che tratta delle caratteristiche del nostro carattere e del comportamento sociale e umano e credo che quest’anno, così particolare, sia fortemente necessario. Lo spirito delle “Massime dei Padri” può essere di grande beneficio per noi durante questi giorni di corona così stressanti e pieni. Qui, per esempio, una serie di impostazioni innovative fa riflettere di nuovo su cosa sia la saggezza, la forza, la ricchezza e l’onore, “Chi è il saggio? Colui che impara da ogni uomo”, “Chi è il forte? Colui che controlla i propri istinti.”, “Chi è il ricco? Colui che si accontenta di quello che ha”, “Chi è l’uomo di onore? Colui che sa onorare il prossimo”.Ogni frase qui frantuma ciò a cui siamo abituati a considerare come persona di successo e ci incoraggia a fare un lavoro interiore. Ecco altri esempi: “Che il rispetto che ti viene dato sia come quello che tu dai agli altri” e ancora – “Ricevi gli altri sempre con attitudine positiva ” Potrebbero queste sembrare frasi adatte ai muri di una scuola materna, ma proviamo a pensare a una società che prende sul serio e mette in atto queste parole. Oltre al lavarsi le mani, ai guanti e ai disinfettanti, forse le “Massime dei Padri” dovrebbero essere aggiunte ai nostri mezzi di protezione a breve termine. Shabbat shalom e buona salute a tutti.

Alberto Piperno

/ WhatsApp giornaliero / Sivan Rehav-Meir:

Condividi con:
Comments are closed.